Adolescence is complex, dynamic and systemic. So let’s study it that way

Si è svolta a La Barrosa (Cadice-Andalusia) la XV° Conferenza Biennale dell’EARA – European Association for Research on Adolescence. Anche l’Istituto di Psicologia ha partecipato all’evento con la presenza del Prof. Emilio Brecciaroli e del Prof. Antonio Dellagiulia.
Per tre giorni 400 ricercatori provenienti da 50 nazioni si sono confrontati sui temi emergenti e le nuove metodologie della ricerca per quanto riguarda lo studio dell’adolescente dal punto di vista psicologico. Sono stati presentati due contributi dal titolo “The influcence of significant adults’ support in young adolescents’ development” a cura dei Proff. Gambini e Brecciaroli e “Measuring Mindfulness in Childhood and Adolescence: an Item Response Theory (IRT) analysis of the Italian version of the Child and Adolescent Mindfulness Measure (CAMM)” a cura del Prof. Dellagiulia e colleghi.
“Adolescence is complex, dynamic and systemic. So let’s study it that way”. Con queste parole Saskia Kunnen (studiosa dell’approccio dei Sistemi Dinamici applicati allo studio dell’adolescenza) ha aperto il congresso sottolineando l’importanza di considerare più variabili e punti di vista nello studio dell’adolescenza, valorizzando la sua complessità e ponendo l’accento sulle differenze intra-individuali oltre che quella inter-individuale. L’articolazione di tale suggerimento con le relative implicazioni metodologiche e statistiche è stato uno dei temi centrali in diversi interventi presentati. La prossima Conferenza si terrà dal 12 al 15 settembre 2018 presso l'Università di Ghent, Belgio.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari ad offriti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più, consulta la nostra cookie policy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.