FUORI PROGRAMMA - Spunti per l’insegnante per diminuire la distanza con i bambini durante l’Emergenza Covid

Fuori Programma è un’idea che nasce dal desiderio di offrire un semplice supporto agli insegnanti di scuola primaria per gestire la situazione di emergenza davanti a cui la scuola si è trovata a dover modificare le proprie modalità, al fine di continuare a garantire il proseguimento di una didattica adeguata. Immaginiamo, però, che una didattica interamente a distanza possa minare la relazione tra insegnanti e bambini.

La proposta è stata ideata dalle dott.sse Alessandra Sperati e Chiara Verderame e vede la collaborazione tra l’Istituto di Psicologia – Cattedra di Psicologia dello Sviluppo (UPS) e il BabyLab - Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo dell’Università degli Studi Gabriele d’Annunzio, Chieti-Pescara.

Fuori Programma, affiancandosi e non sostituendosi alle modalità già proposte dalla scuola, vuole offrire agli insegnanti degli spunti legati ad aspetti emotivi ed educativi per curare la relazione educativa al di là dei compiti.

Se il bambino non può andare a scuola, la scuola può andare dal bambino, continuando ad esprimere il suo ruolo educativo e di cura nonostante la distanza, e ponendosi così come spazio familiare in cui il bambino, oltre a ricevere informazioni, si concede di entrare in contatto con ciò che sente e vive rispetto a questa situazione, come farebbe se andasse a scuola.

A tal fine, l’insegnante riceve via Whatsapp alcune card, con alcune attività, pronte all’uso, da utilizzare come preferisce. Ogni card propone un focus su uno specifico argomento (stato d’animo, pensieri, cose da fare) elaborato a partire da fonti autorevoli ufficiali (SIP - Società Italiana di Pediatria; OMS - Organizzazione Mondiale della Sanità; UPPA - Un Pediatra Per Amico) e dritte per l’insegnante su come affrontarlo.

  clicca qui per la locandina dell'iniziativa!